La vernice fluorescente dona alle superfici un aspetto splendente

Vernice fluorescente

La vernice fluorescente è sempre stata un prodotto molto richiesto. Inizialmente veniva utilizzata soprattutto per verniciare segnali stradali e dispositivi di sicurezza. Ora il prodotto è particolarmente di moda e viene adoperato per dare un aspetto brillante ed originale ad un'ampia gamma di superfici.

L'uso di questa vernice è adatto per ambienti interni: per loro natura, i colori fluorescenti non sono adatti per uso esterno. La finitura opaca della vernice brillante permette di ottenere un risultato omogeneo e di ottima qualità, soprattutto su grandi superfici.
vernice-fluorescente-1
vernice-fluorescente-2
vernice-fluorescente-3
vernice-fluorescente-4
Consigli per l'applicazione della vernice
La vernice fluorescente può essere a base solvente o a base acquosa. La versione a base solvente è indicata per applicazioni professionali. Cromas ha realizzato una formula speciale che permette di dare alle superfici un aspetto fluorescente e morbido al tatto.

Per ottenere la massima fluorescenza, si consiglia di applicare la vernice fluorescente su sfondo bianco. In questo modo i colori risalteranno e sarà possibile ottenere il tipico effetto evidenziatore. Cromas dà al cliente la possibilità di scegliere fra le seguenti tonalità: giallo, verde acido, verde, arancio, rosso, fucsia e blu.

Il prodotto è adatto per industria e artigianato, e può essere utilizzato su legno, metallo, vetro e materiali plastici. Le possibili applicazioni sono numerose e comprendono caschi di vario tipo, manici di vasi, strumenti elettronici, lampade, mobili e pannelli in legno. Ovviamente è possibile verniciare anche pareti, purché siano all'interno di ambienti chiusi. La vernice fluorescente, infatti, non è adatta per uso esterno.
Differenza fra fluorescenza e fosforescenza
È necessario accennare qualcosa a proposito della differenza fra questi due fenomeni luminosi. In entrambi i casi, i pigmenti presenti all'interno del colore assorbono le radiazioni ultraviolette (non visibili all'occhio umano), per poi emetterle nello spettro visibile.

La differenza principale sta nel tempo di rilascio. L'effetto dato da una vernice fluorescente termina non appena la fonte luminosa viene meno; nel caso della fosforescenza, per un certo periodo di tempo la luce continua ad essere emessa (ecco perché è possibile vedere i colori fosforescenti anche nel buio).

Hai qualche domanda? Non esitare a contattarci a info@cromas.it oppure completa il form sottostante



Select user type: Privato Azienda