La vernice termocromica cambia colore con la temperatura.

Vernice termocromica

La vernice termocromica è stata realizzata per donare un aspetto cangiante alle superfici. Il colore della pittura, infatti, cambia solo dopo aver raggiunto una temperatura di 26°-29°C; con l’aumentare del calore, la vernice assume una tonalità trasparente che lascia intravedere il colore della superficie sottostante.

Inizialmente le straordinarie proprietà chimiche della vernice termosensibile servivano principalmente per pitturare dispositivi di sicurezza. Adesso il suo uso comprende anche la decorazione di oggetti per la casa, elementi di design, interruttori, tavoli e molto altro. L’effetto cangiante della vernice termocromica, detta anche vernice termosensibile, raggiunge il massimo livello quando viene applicata sulla superficie di oggetti che tendono a scaldarsi con facilità (ad esempio tazze, macchine del caffè, umidificatori, ecc.).
vernice-termocromica-1
vernice-termocromica-2
vernice-termocromica-3
vernice-termocromica-4
vernice-termocromica-5
vernice-termocromica-6
Vernice termocromica - consigli per applicazione ed uso
La vernice termocromica è caratterizzata da una grande semplicità di stesura. Poiché esistono due versioni del prodotto, è necessario pensare accuratamente all'uso che se ne intende fare prima di procedere con l’acquisto.

La vernice termosensibile a base solvente è ideale per uso professionale su grandi superfici. La sua finitura opaca permette un’elevata copertura ed è caratterizzata da una rapida essiccazione. Chi lo desidera può stendere sulla superficie dipinta uno strato di trasparente.

Se l’ambiente di lavoro non consente l’applicazione di una vernice a base solvente, o se si desidera effettuare la stesura del prodotto mediante aerografo o pennello, la scelta migliore è rappresentata dalla vernice termocromica a base acquosa.

In entrambi i casi, l’effetto cangiante di questa vernice che cambia colore con la temperatura varia in base al materiale dipinto. A seconda del peso specifico, ci sono materiali che impiegano più tempo a scaldarsi rispetto ad altri. In questo caso, è più probabile ottenere l’effetto della vernice termosensibile mediante il tocco manuale. Quando si appoggia la mano su una superficie di legno dipinta con questa vernice, il segno del contatto lascerà trasparire le tipiche venature del legno.
Colorazioni disponibili della vernice termocromica
Le tonalità di vernice termosensibile attualmente disponibili sono rosso, blu e nero. Le colorazioni assumono un aspetto trasparente a temperature diverse. Vernice rossa: 26°-31°C; vernice blu: 24°-30°C; vernice nera: 26°-29°C.

La variazione di colore è ovviamente reversibile. Una volta che la vernice diventa trasparente, è necessario un abbassamento di temperatura perché lo strato dipinto assuma nuovamente il colore originale. Per questo motivo, l’uso di una vernice termosensibile è vivamente consigliato per applicazione su oggetti che subiscono grandi variazioni di temperatura.

Preferire l’uso della vernice termocromica in ambienti interni: anche se protetto da un trasparente anti UV, all’esterno il prodotto ha una durata di vita inferiore.

Hai qualche domanda? Non esitare a contattarci a info@cromas.it oppure completa il form sottostante



Select user type: Privato Azienda